SCIOLTO PER INFILTRAZIONI
MAFIOSE IL COMUNE DI...
di isolapulita





Una Donna il suo gioiello più prezioso non lo indossa, lo mette al mondo. Gramellini




Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.





"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).





 

domenica 17 agosto 2014

L’ANORMALE NORMALITÀ DELE DELIBERE DI GIUNTA CONTRO GIOACCHINO GENCHI E ALESSANDRO PELLERITO LA TRASPARENZA CALPESTATA ED IL FUROR PERSECUTIONIS

L’ANORMALE NORMALITÀ DELE DELIBERE DI GIUNTA CONTRO GIOACCHINO GENCHI E ALESSANDRO PELLERITO LA TRASPARENZA CALPESTATA ED IL FUROR PERSECUTIONIS 




Il Comune di Isola delle è retto da una COMMISSIONE STRAORDINARIA GOVERNATIVA (suppongo straordinaria per i compiti a cui è chiamato ad assolvere, per il risanamento delle risorse economiche, per la trasparenza della pubblica amministrazione, per la "pulizia" e il corretto funzionamento degli Uffici (Urbanistica, Tributi Gare e appalti, manutenzione......) segnalati nella relazione che accompagna il decreto di scioglimento) a far data dal 9/11/2012 il Consiglio dei Ministri  ha deliberato lo scioglimento del  Consiglio Comunale della Giunta e del Sindaco PORTOBELLO.
Nei giorni successivi al loro insediamento (2012)  nel corso di incontri tenutosi tra  il  COMMISSARIO STRAORDINARIO e  delegazioni di Cittadini che lamentavano lo stato  di abbandono e di degrado  in cui versava Isola delle Femmine:  Il paese coperto di immondizia,strade sporche, odori proveniente  dalle tante discariche  a cielo aperto sparse in paese in lungo e in largo. Una situazione Igienico Santitario ai limiti di una “epidemia”.

La risposta del COMMISSARIO STRAORDINARIO: “ Signori, ci siamo appena insediati, conosciamo la situazione e provvederemo. Lasciateci lavorare. Quello che possiamo dirvi con certezza : Noi lasceremo questo paese per fine mandato che sarà un GIOIELLINO vi lasceremo un paese che probabilmente non avrete mai visto!!!!!!!!”

Siamo al 2014 il fine mandato è alle porte e il paese non intravede GIOIELLINI all'orizzonte per ora vede solo  MERDA! 

In cosa è consistita la STRAORDINARIETA’ GOVERNATIVA è un mistero!!!!!!!!!!!!!!

Fermo restando il quadro accusatorio nei confronti di Cannova & c. - per chi ha un "minimo" di conoscenza dell'apparato amministrativo regionale quello che viene riportato dalla stampa e, stranamente, anche dal virgolettato degli inquirenti non può non apparire poco verisimile ed incongruo.

A quanto è dato  conoscere :

Cannova è un funzionario e come tale, ovviamente, non "rilascia" nè ha potuto mai rilasciare, come invece erroneamente riportato, alcuna autorizzazione.

Cannova è stato, al più, il responsabile del procedimento amministrativo, è stato fino a poco tempo fa il segretario di conferenze dei servizi, spesso per il rilascio delle AIA, ma la sua funzione non poteva andare oltre.

Cannova era o incardinato in una Unità Operativa retta da un dirigente o, sarebbe opportuno  verificare, alle dirette dipendenze funzionali del dirigente responsabile del Servizio VIA-VAS deputato al rilascio anche delle AIA ed era il segretario delle conferenze dei servizi indette dal Servizio VIA-VAS o eventualmente addetto a rendere i pareri nelle conferenze dei servizi per il rilascio di autorizzazioni di competenza di altri dipartimenti predisposti non da lui ma dai responsabili gerarchici a lui superiori.


Quindi, Cannova poteva sì fornire "consigli" o qualcos'altro agli imprenditori "amici", ma poteva "condizionare" il rilascio delle autorizazioni solo ed esclusivamente se chi stava gerarchicamente sopra di lui

-          in prima battuta il dirigente dell'Unità Operativa doveva condividere il procedimento e trasmetterlo al responsabile del servizio,

-          in seconda il responsabile del servizio se condivideva la proposta dell'U.O. rilasciava l'autorizzazione nel caso di sua competenza,

-          in terza il dirigente generale del dipartimento se condivideva la proposta del servizio  rilasciava l'autorizzazione nel caso di sua competenza

-          ed in quarta se l'assessore condivideva la proposta del dipartimento, vagliata dal suo gabinetto,  rilasciava l'autorizzazione nel caso di sua competenza, 

non si accorgeva di nulla o faceva parte della rete del "condizionamento".

Quindi, ai vari livelli,

o Cannova, dal basso superava tutte le varie maglie e li faceva fessi,

o nessuno controllava gli atti e le autorizzazioni erano firmate senza neppure leggere i decreti che si firmavano
o...Cannova era soltanto il primo anello della catena.

Ecco perchè la versione fornita dalla stampa fa acqua da tutte le parti, le autorizzazioni rilasciate da Cannova sono inesistenti e se Cannova condizionava, chi erano i condizionati lungo i vari passaggi amministrativi che portavano al rilascio delle autorizzazioni o alla fornitura dei pareri del servizio VIA-VAS nelle conferenze dei servizi presso altri dipartimenti?

Un'ultima perla.

"Scoppia" al dipartimento ambiente la bomba Crocetta-Lo Bello delle 3500 pratiche inevase al servizio VIA-VAS.
Stante il numero esorbitante è logico pensare che si siano accumulate quantomeno nel corso degli ultimi anni.

Chi sono stati i dirigenti responsabili di questo Servizio negli ultimi anni, i dirigenti generali del dipartimento ambiente, i dirigenti responsabili del controllo di gestione ed i dirigenti responsabili della valutazione delle attività dirigenziali?

I nomi sono tutti arcinoti e si trovano nel sito dell'ARTA, ma mi limito solo a rilevare, perchè sono dati pubblicati sempre nel sito dell'ARTA, che i responsabili del Servizio hanno avuto attestato di avere raggiunto negli stessi anni dell'accumulo tutti gli obiettivi previsti (???) ed hanno ricevuto le relative indennità (circa 9300 euro/anno, oltre 23340 euro/anno di indennità d'incarico).

Quindi, per attestazione della stessa amministrazione, il Servizio VIA-VAS ha funzionato al meglio, nonostante che, a detta della stessa amministrazione, avesse accumulato 3500 pratiche inevase.

CONTINUA SU…..

AUDIZIONE 2013 18 SETT 2013 ASSESSORE LO BELLO IL PIANO ARIA SICILIA FRUTTO DI UNA RIPRODUZIONE DI UN PIANO DI  ALTRE REGIONI sommario Aria





L’attività di gestione dei rifiuti da parte della società OIKOS consiste nella ricezione, per lo smaltimento definitivo, di ingenti quantitativi di rifiuti urbani indifferenziati, aventi codice CER12 200301, con una media giornaliera di 700 tonnellate, prodotti dai Comuni della Sicilia orientale ed ivi conferiti dagli A.T.O. (Ambito Territoriale Ottimale)13 e/o da società incaricate. 
Gli stessi rifiuti, prima del loro smaltimento definitivo in discarica, devono essere sottoposti ad un’operazione di selezione/trattamento, conformemente al D.lgs. n°36/200314.

La società OIKOS Spa11, con sede in Motta S.Anastasia (CT), gestisce gli impianti, complementari tra loro: 
- di pretrattamento/selezione, denominato (IPPC) 
- di discarica per rifiuti non pericolosi 

entrambi siti in contrada Tiritì del Comune di Motta S.Anastasia. 

Un’ulteriore esigua quantità di altre tipologie di rifiuti (rifiuti proventi dalla pulizia delle strade) viene invece conferita, sempre dagli A.T.O. e/o società incaricate, per essere smaltita direttamente nella stessa discarica, senza alcun obbligo di preventivo trattamento. 
Per lo smaltimento di tutti i rifiuti ricevuti, la società OIKOS applica, nei confronti dei conferitori (A.T.O. e società di privati) e a seconda della destinazione dei rifiuti (verso l’impianto di trattamento o direttamente in discarica), due distinte tariffe: quella relativa al trattamento preventivo, pari a € 72,57 a tonnellata, e quella relativa allo smaltimento definitivo in discarica, pari a € 9,25 a tonnellata. 

Nel corso del primo sopralluogo del 24 maggio 2012 (VOL. III aff. 592 ss) veniva accertata, in una porzione d’area della discarica, la presenza di rifiuti la cui tipologia non era consentito conferire ai sensi dell’art. 7 d.lgs. 36/03, o meglio: 

- alcuni rifiuti che necessitavano in forza della loro tipologia, di essere sottoposti a pretrattamento, che non avevano, invece, sostenuto; 

- altri rifiuti (per esempio traversine in cemento armato, materiale in legno, plastica e ferro, vedi foto da 21 a 25, VOL. III aff. 600-601) non potevano invece proprio essere smaltiti in quella discarica, perché per tale tipologia è necessario uno specifico pretrattamento con un impianto particolare, di cui la società OIKOS non dispone, per il successivo conferimento in discarica per i rifiuti inerti. 

Le deduzioni fondate erano: 
1) che non tutti i rifiuti transitassero dall’impianto di trattamento preliminare;
2) che non si attuassero idonee misure di sorveglianza e verifica dei flussi di rifiuti in ingresso; 3) che consapevolmente si smaltissero in discarica tipologie di rifiuti non consentite. 
Veniva acquisita quindi la documentazione ambientale ed in particolare i registri di carico e scarico e le bindelle di pesa.

http://tutelaariaregionesicilia.blogspot.it/2014/07/smaltimento-rifiuti-in-sicilia.html


PIANO ARIA SICILIA CAPITOLO 6 pag 204 a 218 righe copiate dal PIANO VENETO E INCOLLATE SUL PIANO SICILIA 530





PIANO ARIA DIFFIDA 25 GIUGNO 2014 ITALCEMENTI DIFFIDA 25 GIUGNO 2014 PIANO ARIA A.I.A. ITALCEMENTI BERTOLINO SOLLECITAZIONE PER AUDIZIONI COMMM AMBIENTE 23 GIUGNO 2014 Trizzino




G: Cannova Gianfranco 
V: Paduano Valeria 
Omississ dalle ore 20:34:20 alle ore 20:35:35 
Poi: 
V: Con Paolo ora parliamo.... 
G: Salutalo a Mimmo ora se ne va... 
V: Come? 
G: Salutalo..salutalo... 
V: Cè Mimmo? a casa? 
G: Si! 
V: Ah! Tu eri a casa con Mimmo? 
G: Si! 
V: Eh...perchè non ci mangiamo una cosa fuori? 
G: Perchè c'è un altro appuntamento e quindi non sa a che ora si 
sbriga. 
V: Lui, ha un altro appuntamento. Ho capito. Senti una cosa. Digli che aspetta che sto arrivando......Ehi! lo voglio salutare. Mi senti Gianfranco? 
G: Si!...mi stava dicendo che potrebbe pure rimanere...
V: Potrebbe pure rimanere? 
G: Uhm! 
V: Se lui rimane possiamo andarci a prendere un boccone. ma una cosa così niente di informale. 
G: No anche perchè non può fare tardi. 
V: A loro gli prendiamo due cose al Mc Donald e noi ci andiamo a 
mangiare una cosa fuori 
G: Va bene! 
V: Ma anche un'insalata.....ah? 
G: Va bene!....va bene ora mi organizzo in questo modo. dai! 
Omississ dalle ore 20:36:41 alle ore 20:38:24


http://tutelaariaregionesicilia.blogspot.it/2014/07/smaltimento-rifiuti-in-sicilia.html




Nessun commento: