SCIOLTO PER INFILTRAZIONI
MAFIOSE IL COMUNE DI...
di isolapulita





Una Donna il suo gioiello più prezioso non lo indossa, lo mette al mondo. Gramellini




Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.





"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).





 

venerdì 31 ottobre 2008

FINANZIAMENTO REGIONALE SCUOLA ELEMENTARE E BARRIERE ARCHITETTONICHE



REPUBBLICA ITALIANA



N° di codice fiscale 80012000826



N° di Partita I.V.A. 02711070827



REGIONE SICILIANA



ASSESSORATO LAVORI PUBBLICI



DIPARTIMENTO LAVORI PUBBLICI



SERVIZIO 2



Edilizia Varia e Abusivismo Edilizio



Tel.091.7072366- Fax 091 7072385.



SEGRETERIA DEL CAPO SERVIZIO



Palermo, _______________



Prot. n°________/ Class. n. 36



OGGETTO : Bando pubblico di selezione per l’esecuzione di opere di recupero e



ristrutturazione di edifici scolastici, di ogni ordine e grado – Elencazione degli interventi



utilmente inseriti nella graduatoria approvata con decreto dirigenziale n. 811/12^ del



21/06/2006 e finanziabili.



AVVISO



A seguito della revoca della sospensione dell’esecutività del decreto dirigenziale n. 811/12 del



21/06/2006, disposta dallo scrivente con avviso in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale



della Regione Siciliana e consultabile sul sito di questo Assessorato Lavori Pubblici



(www.regione.sicilia.it/lavoripubblici), si riportano, distintamente per provincia, gli interventi



finanziabili:





5 ISOLA DELLE FEMMINE REC. RISTR. ADEG. CORPO “A” SCUOLA MATERNA 389.000,00



A ciascuna Amministrazione beneficiaria sarà fornita diretta comunicazione.



IL DIRIGENTE GENERALE



DEL DIPARTIMENTO REGIONALE LL.PP.



(Dott. Fulvio Bellomo)




http://www.lavoripubblici.sicilia.it/documenti/bandi/dip_(062)_Avviso_Bando_per_ristrutturazione_EDIFICI_SCOLASTICI_.pdf



GENNAIO 2008



DISPOSIZIONI E COMUNICATI



ASSESSORATO DEI LAVORI PUBBLICI




VENERDÌ 8 FEBBRAIO 2008 - GAZZETTA UFFICIALE N. 7



Avviso relativo al bando pubblico di selezione per l'esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici, di ogni ordine e grado - Elencazione degli interventi utilmente inseriti nella graduatoria approvata con decreto 21 giugno 2006 e finanziabili.


A seguito della revoca della sospensione dell'esecutività del decreto n. 811/12 del 21 giugno 2006, disposta dallo scrivente con avviso consultabile sul sito di questo Assessorato dei lavori pubblici (www.regione.sicilia.it/lavoripubblici), si riportano, distintamente per provincia, gli interventi finanziabili:



ISOLA DELLE FEMMINE REC. RISTR. ADEG. CORPO “A” SCUOLA MATERNA 389.000,00



http://gurs.pa.cnr.it/gurs/gazzette/g08-07/g08-07-p41.html







DECRETI ASSESSORIALI





ASSESSORATO DEI LAVORI PUBBLICI

VENERDÌ 4 AGOSTO 2006 - GAZZETTA UFFICIALE N. 37
DECRETO 21 giugno 2006.
Graduatoria relativa al bando pubblico di selezione per l'esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado, ed elenchi delle proposte non ammissibili ed escluse.



IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE LAVORI PUBBLICI

Visto lo Statuto della Regione;
Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, nel testo coordinato con le norme delle leggi regionali 2 agosto 2002, n. 7, 19 maggio 2003, n. 7 e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la deliberazione di Giunta n. 248 del 24 luglio 2002, con la quale la Giunta regionale ha approvato la rimodulazione e programmazione dei fondi dell'edilizia residenziale pubblica ed agevolata;
Vista la deliberazione di Giunta n. 398 del 7 dicembre 2004;
Considerato che nelle suddette deliberazioni è prevista la predisposizione di un bando pubblico per edilizia scolastica finalizzato ad opere di recupero di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado;
Visto il decreto n. 214 del 14 febbraio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana dell'11 marzo 2005, n. 10, con il quale è stato approvato ed emanato il bando pubblico di selezione per l'esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado;
Visto il decreto n. 627 del 14 aprile 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana del 22 aprile 2005, n. 17, con il quale sono state approvate le modifiche al bando pubblico di selezione di cui sopra e, per effetto di tali rettifiche, è stata concessa una proroga al termine di presentazione delle istanze;
Vista la nota dirigenziale n. 468 del 20 settembre 2005, con la quale è stata costituita la commissione incaricata di procedere alla valutazione delle istanze di finanziamento e della relativa documentazione allegata, così come previsto dal punto 9 del bando sopra citato;
Visto l'esito dell'istruttoria relativa alla selezione preliminare, effettuata dalla sopra citata commissione, dal quale si evincono gli interventi non ammissibili alla valutazione, atteso che le modalità di trasmissione dei plichi non risultavano conformi alle prescrizioni di cui ai punti 5 e 6 del bando (allegato A);
Visto l'esito dell'istruttoria relativa alla valutazione dei progetti ammissibili, effettuata dalla sopra citata commissione, dal quale si evincono gli interventi ritenuti esclusi (allegato B) con a fianco indicati i motivi di esclusione ed i progetti ammissibili al finanziamento (allegato C) con a fianco il punteggio assunto in base ai criteri di valutazione;
Considerato che l'esito dell'istruttoria effettuata dalla commissione di cui sopra, su tutti i plichi pervenuti, è stato formalizzato nei verbali numerati dal n. 1 del 26 settembre 2005 al n. 39 del 16 gennaio 2006;
Considerato che il bando in argomento prevede nelle sue finalità un'equa ripartizione territoriale dei finanziamenti;
Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 83 dell'8 marzo 2006 (C. di P. del P.O.R. Sicilia 2000/2006), con la quale sono state determinate le percentuali per ogni provincia ai fini della ripartizione delle risorse finanziarie;
Ritenuto di doversi applicare quali coefficienti percentuali per la ripartizione territoriale su base provinciale le percentuali di ripartizione totale sopra citate;
Considerato che con l'applicazione dei criteri sopra esposti è stata determinata la seguente ripartizione territoriale su base provinciale delle risorse di cui al bando in argomento:
Considerato che si procederà al finanziamento dei progetti ammissibili (allegato C) nel rispetto dell'ordine di graduatoria e sino alla concorrenza della disponibilità finanziaria sul capitolo 672089 del bilancio della Regione siciliana;
Visto che in funzione delle risorse disponibili per ciascuna provincia, in alcuni casi non possono finanziarsi progetti per l'intero importo previsto;
Considerato che si ritiene opportuno utilizzare interamente le risorse disponibili;
Ritenuto, pertanto, di dovere destinare le somme residue e le disponibilità assegnate a ciascuna provincia, eventualmente non sufficienti a coprire l'intero ammontare del finanziamento richiesto, per il cofinanziamento degli interventi progressivamente inclusi in graduatoria sulla scorta del punteggio attribuito;
Ai sensi della legge e del regolamento sulla contabilità generale dello Stato;



Decreta:




Art. 1

E' approvato l'elenco delle proposte ritenute non ammissibili in sede di valutazione preliminare pervenute a seguito del bando pubblico di selezione per l'esecuzione di opere di recupero e ristrutturazione di edifici scolastici esistenti, di ogni ordine e grado, atteso che le modalità di trasmissione dei plichi non risultavano conformi alle prescrizioni di cui ai punti 5 e 6 del bando stesso (allegato A che fa parte integrante del presente decreto).



Art. 2

E' approvato l'elenco delle proposte ritenute escluse in sede di valutazione pervenute a seguito del sopra citato bando con a fianco indicati i motivi di esclusione (allegato B che fa parte integrante del presente decreto) rilevabili dalla relativa legenda (allegato D).



Art. 3

E' approvato l'elenco delle proposte, pervenute a seguito del sopra citato bando, valutate positivamente con a fianco indicato il punteggio assunto in base ai criteri di valutazione, ammissibili al finanziamento nel rispetto dell'ordine di graduatoria e della disponibilità finanziaria del relativo capitolo di spesa (672089) del bilancio della Regione siciliana (allegato C che fa parte integrante del presente decreto).



Art. 4

Le risorse relative ai progetti utilmente inseriti in graduatoria saranno rese disponibili con appositi provvedimenti.



Art. 5

Le risorse provenienti da eventuali revoche, esclusioni, economie dei finanziamenti o ulteriori disponibilità finanziarie verranno utilizzate per il cofinanziamento di ulteriori interventi inclusi nelle stesse graduatorie attraverso lo scorrimento progressivo.



Art. 6

Le somme residue e le disponibilità assegnate a ciascuna provincia, eventualmente non sufficienti a coprire l'intero ammontare del finanziamento richiesto, saranno utilizzate per il finanziamento degli interventi progressivamente inclusi in graduatoria sulla scorta del punteggio attribuito, a condizione che gli enti si dichiarino disponibili a coprire la differenza tra la somma risultante dalla proposta progettuale e la somma residuata e/o disponibile per ciascuna provincia.



Art. 7

Le eventuali maggiori spese rispetto a quelle ammesse a finanziamento che si rendessero necessarie, per ogni singolo intervento, resteranno a carico dei rispettivi enti.



Art. 8



Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana ed altresì sul sito ufficiale della Regione siciliana www.regione.sicilia.it/lavori pubblici.
Palermo, 21 giugno 2006.








Cliccare qui per visualizzare gli allegati in formato PDF




84° POSIZIONE ISOLA DELLE FEMMINE : Adeguamento edificio scolastico abbattimento barriere architettoniche scuola media


IMPORTO: 829.000,00 Escluso in quanto non rispetta la tipologia dell'intervento in quanto prevede ampliamento e nuova costruzione










5° POSIZIONE ISOLA DELLE FEMMINE: Recupero ristrutturazione adeguamento corpo a scuola materna




IMPORTO: 389.000,00 AMMESSO









Nessun commento: