SCIOLTO PER INFILTRAZIONI
MAFIOSE IL COMUNE DI...
di isolapulita





Una Donna il suo gioiello più prezioso non lo indossa, lo mette al mondo. Gramellini




Con il termine mafia si intende un sistema di potere esercitato attraverso l’uso della violenza e dell’intimidazione per il controllo del territorio, di commerci illegali e di attività economiche e imprenditoriali; è un potere che si presenta come alternativo a quello legittimo fondato sulle leggi e rappresentato dallo Stato.


Un sistema di contro-potere dunque (a volte chiamato anti-Stato proprio per questa sua caratteristica), con una gestione gerarchica e verticistica, basata su regole interne a loro volta fondate sull’uso della violenza e dell’intimidazione.


È questa la vostra politica? Se avete un minimo di cervello usate gli attributi per un confronto Sui programmi. Ma vedo che alla fine usate i soliti mezzucci utilizzando i soliti servi sciocchi meschini e accattoni per cercare di fermare le persone.
Bene sappiate che io vado avanti lo stesso a testa alta e con schiena dritta e che voi siete sot
tocontrollo.





"Bisogna sempre avere il coraggio delle proprie idee e non temere le conseguenze perché l’uomo è libero solo quando può esprimere il proprio pensiero senza piegarsi ai condizionamenti " (Charlie Chaplin).





 

martedì 25 marzo 2008

LOMBARDO A GELA: MAI PIU’ UNA FAMIGLIA PIANGA UN MORTO PER INQUINAMENTO




Che succederà se il leader Mpa diventerà presidente della Regione? «Succederà che con l'industria avrò rapporti corretti - ha detto - ma non svendendo la Sicilia ai grossi colossi industriali. Non consentirò che ci trattino come il Delta del Niger. Chi dice che noi vogliamo che la Raffineria a Gela chiuda mente spudoratamente e lo fa perchè vuole che nulla cambi. Noi vogliamo che l'industria resti ma usi un combustibile diverso da quello del pet coke. Le previsioni sono che il petrolio durerà altri 30 - 40 anni. E poi che ce ne facciamo noi di questa ferraglia? Dobbiamo pensare intanto alla conversione industriale».
Nemico del pet coke che inquina tanto da portarne provocatoriamente una boccetta al presidente della Camera Bertinotti, Raffaele Lombardo è alleato con Silvio Berlusconi che pose la sua firma nel 2002 sul decreto con cui, classifcandolo come combustibile, ne fu autorizzato l'uso per legge. Come si rapporterà con il suo alleati sulla vicenda pet coke.
«Nessun problema. Con Berlusconi abbiamo sottoscritto - ha aggiunto il leader Mpa - un patto che riguarda le aree industriali siciliane: massima attenzione all'ambiente e bonifiche. Quando abbiamo fatto la battaglia sul pet coke nessuno ci ha preso sul serio. la verità è che per la mafia saranno morte 100 - 150 persone ma quante persone muoiono per i veleni industriali? Di questi morti nessuno parla».
Quale alternativa all'industria che inquina? Per Raffaele Lombardo la via obbligata è valorizzare le risorse del territorio. «Se Gela è una città che ha una posizione geografica felice - dice - e sole per tanti mesi l'anno, ditemi perchè a Gela a non si possono produrre pannelli solari. Non è industria pure questa? Ma non inquina».

Aveva un sogno il consigliere comunale Rocco Celona: vivere in una città meno inquinata. Un desiderio che si è spento una mattina di marzo, finito assieme a lui dentro una bara di legno. Un male incurabile l’ha strappato ala vita a soli 35 anni. Raffaele Lombardo lo conosceva bene Rocco. E la sua morte ha segnato profondamente l’aspirante governatore. Domenica mattina è stato tra i primi a presentarsi alla cerimonia per l’inaugurazione del nuovo circolo del movimento per L’Autonomia intitolato a Celona.
“Perché mai più –dice- una famiglia debba piangere per colpa dell’inquinamento. Ricordo Rocco. Nonostante la malatia ha lottato con gran coraggio”. Non rabbia nessuna guerra all’industria, ma una “svolta ecocompatibile” quella sì A Gela Lombardo promuoverà la nascita di una fondazione per lo studio dell’ambiente intitolata a Celona. “ I rapporti con l’industria –dice- devono essere positivi e produttivi. Ma BASTA PET_COKE” Già il carbon coke, scarto petrolifero usato come combustibile per la centrale di Gela, che dà energia al petrolchimico, ma SPRIGIONA IN ATMOSFERA SOSTANZE INQUINANTI. “La raffineria –spiega Lombardo- non chiuderà, ma bisogna FERMARE LA DEVASTAZIONE AMBIENTALE AD OPERA DEL PET-COKE. Creiamo un modello di sviluppo economico basato sull’agricoltura e sul turismo. Un superamento graduale del vecchio modello di sviluppo industriale”. “ Quando ritiro la biancheria del bambino puzza di nafta –racconta Rosaria Licco 52 anni nonna di un bombo di 8 mesi “E se la dimentico stesa per più del dovuto ha un brutto alone nero” Gela soffoca ma nessuno sembra in grado di far nulla Niente di niente. Ma non accade nulla L’industria viene lasciata libera di far quel che vuole, quando qui si muore di CANCRO in percentuale tre volte superiore a Ragusa. Tutto questo mentre sindaco Presidente della provincia e onorevoli vari se ne fottono e pensano solo ai voti.
Massimo Sarcuno
Giornale di Sicilia 25.3.08











http://www.isolapulita.it

1 commento:

Comitato Cittadino Isola Pulita ha detto...

L'autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori.
L’autore del blog si impegna a cancellare nei limiti delle possibilità i commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze. Tali commenti non sono da attribuirsi all'autore del blog, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.
Qualora dovesse sfuggire la cancellazione di commenti lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze lo si comunichi alla mail: isolapulita@gmail.com
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.